lunedì 12 agosto 2013

estate...

Estate... Tempo di partire, viaggiare, scoprire luoghi e persone a far risuonare la nostra essenza sopita.




















 La Valletta, Malta
estate 2013

  

Lo so, tornerai


Lo so tornerai
a riportarmi il sorriso,
per quell'ultimo bacio
che ti ho dato sul cuore.



Annalisa Rodeghiero, Percorrimi tutta
art&print editrice


lunedì 28 gennaio 2013

benvenuta, amore mio

Come annunciato dalla zia Vera, finalmente la nostra piccola Anita è nata! Si è fatta un po' aspettare e poi è arrivata come un quasi-regalo di compleanno...

È qui con noi da sole 3 settimane, ma ci ha già riempito il cuore e la vita. Benvenuta piccola mia...

Anita
8.1.2013



Lilypie First Birthday tickers

domenica 20 gennaio 2013

Tarte di pere e mandorle... per il nostro cuccioletto

Ho poco tempo per cucinare, ma, soprattutto, avevo poco tempo e poca concentrazione per scrivere, di me, di noi... Spero che le cose cambino (vorrei cambiare). Mi sono ripromessa di dedicarmi di più alle cose che mi piacciono e che mi fanno stare bene, perché suscitano in me delle emozioni positive, e mi fanno sentire in equilibrio, seppur instabile, con me stessa. Vorrei dare più spazio alle emozioni che sono la voce dell' anima... E farle emergere, senza soffocarle più... 

"La vita non è ricerca di esperienze, ma di se stessi. Scoperto il proprio strato fondamentale ci si accorge che esso combacia col proprio destino e si trova la pace".

Cesare Pavese. Il mestiere di vivere 

Il 2013 ci ha regalato una grande emozione: è arrivata Anita! 

E con lei la gioia, la sorpresa, la speranza, l'entusiasmo per ogni suo piccolo gesto quotidiano che è l'inizio di una nuova vita e che ci riporta indietro nel tempo, inevitabilmente, a ripercorrere il suo stesso cammino di bambina, ma che ci proietta anche in avanti, nel futuro, perché con lei, attraverso i suoi occhi, la sua voce, le sue emozioni, la nostra vita sarà densa di sorprese e nuove esperienze...


E per festeggiare la piccola Anni, futura AiutoCuoca di mamma e zia, sono ritornata ufficialmente foodblogger e ho preparato questa tarte con crumble di pasta frolla e mandorle. Soffice e quasi cremoso, il ripieno di pere, croccante e sbriciolosa fuori. Un contrasto davvero particolare e buonissimo. Provatela!
  

Tarte di pere e mandorle

Preparazione 20 minuti + riposo in frigorifero (30')
Cottura 40 minuti
Porzione 450 calorie

Ingredienti per 8 persone

Per la base: *180 g di farina *1 cucchiaino di lievito vanigliato in polvere * 1 uovo *1 tuorlo *30 g di zucchero (io ho usato quello di canna) *80 g di burro *sale
Per il ripieno: *4 pere Kaiser *40 g di mandorle in polvere (io ho usato la granella di pistacchi non salati) *1 limone *30 g di zucchero (io non l'ho messo, a dire il vero, l'ho dimenticato!)
Per le briciole: *90 g di farina *80 g di burro *80 g di zucchero di canna *80 g di mandorle con la buccia *zucchero a velo

1 Setacciate la farina con il lievito e trasferitela nel mixer con lo zucchero, un pizzico di sale e il burro a dadini; azionate l'apparecchio fino alla formazione di un composto a briciole. Unite l'uovo e il tuorlo e frullate fino ad ottenere una palla di pasta omogenea. Avvolgetela nella pellicola e fatela riposare in frigo 30 minuti.

2 Nel frattempo sbucciate le pere, tagliatele a metà, eliminate il torsolo, riducetele a fettine sottili e mescolatele con il succo del limone, lo zucchero, la scorza dell'arancia grattugiata e le mandorle in polvere. Riprendete la frolla e stendetela in una sfoglia dello spessore di 1/2 cm scarso; rivestite fondo e bordi di uno stampo da crostata di 22 cm di diametro con il fondo staccabile, bucherallate la pasta con una forchetta ed eliminate quella eccedente; riempite la base con le pere preparate e livellate la superficie.

3 Lavorate la farina con lo zucchero di canna e il burro tagliato a dadini fino ad ottenere un composto a briciole, unite le mandorle tritate grossolanamente e distribuite il composto sulle pere. Cuocete la torta nella parte bassa del forno caldo a 180ºC per circa 40 minuti, lasciatela intiepidire, trasferitela su una gratella per dolci e fatela raffreddare. Spolverizzatela con poco zucchero a velo e servite.

Tratto da Sale&Pepe, Gennaio 2013

domenica 16 dicembre 2012

crostata morbida alle pere e cioccolato per R.

Domani è il compleanno di R. (l'ultimo che festeggiamo solo in 2, l'unico quasi in 3!).
Per l'occasione ho preparato una variante più invernale della (buonissima!) crostata morbida di albicocca, sostituendo le albicocche con le pere e aggiungendo il cioccolato a scagliette. Sono davvero molto soddisfatta del risultato!
Riscrivo qui la ricetta con le varianti:

Ingredienti per uno stampo da 24 cm
* 200g di farina tipo 0 * 50g di mandorle tritate * 80g di zucchero di canna (+ un po' per la glassatura) * 100g di burro a temperatura ambiente * 2 uova * ½ bustina di lievito per dolci * ½ cucchiaino di estratto di vaniglia * 2 pere piccole (io ho usato le Gute Luise) * zucchero a velo * 40g di cioccolato fondente 85% tritato grossolanamente

crostata morbida pere & cioccolato


Preparazione
1 In una ciotola lavorate il burro con la farina e aggiungete mano a mano gli altri ingredienti (tutti tranne le pere e lo zucchero a velo): l’impasto dovrà presentarsi simile a quello della pasta frolla ma molto più appiccicoso.
2 Stendete l'impasto in uno stampo per crostate (unto e infarinato, o rivestito di carta da forno) dal bordo non troppo basso (a questo punto sembra che la pasta resti troppo bassa, ma non vi preoccupate, lieviterà molto). Sistemate (affondandole leggermente) le mezze pere e distribuite sopra dello zucchero di canna. 

3 Infornate a 180°C per 35-40 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare; infine spolverizzare con lo zucchero a velo.





ho sceso
verso di E. Montale
-11

venerdì 14 dicembre 2012

Biscotti screpolati di "Fico e Uva"

Finalmente ieri ho finito il grosso del lavoro che volevo concludere prima delle vacanze di Natale e del congedo maternità (che qui in Svizzera inizia il giorno della nascita!). Ormai - fra pancia, sciatica e ghiaccio sui marciapiedi - mi trascino in giro un po' come una tartaruga (ma con il guscio davanti!) e non vedo l'ora di poter stare a casa per un po'! 
Ora che mi sento un po' più libera e rilassata, mi è perfino venuta voglia di rimettermi a cucinare! Così, per coccolarci un po', ho preparato dei biscottini al cioccolato da mangiare al calduccio di casa, mentre fuori è tutto bianco!
Ho trovato questa buonissima ricetta sul blog di Fico & Uva (se non lo conoscete, vi consiglio di farci un giro, è davvero bello!) e l'ho un po' modificata. Risultato ottimo, anche se i miei biscottini son meno belli (e meno screpolati) degli originali!


biscottini screpolati di Fico & Uva
Biscotti "screpolati"
Tempo di preparazione: 25 minuti + 2 ore di riposo
Tempo di cottura: 12 minuti

Ingredienti 


* 225g di cioccolato fondente 70% (io ne ho usato metà al 72% e metà all'80%)
* 125g di burro
* 300g di zucchero di canna muscovado (grezzo)
* 2 uova di gallina felice
* 1 cucchiaino di aroma di vaniglia
* 150g di farina
* 50g di cacao amaro
* 2 cucchiaini di lievito in polvere
* 1 pizzico di sale
* 2-3 cucchiai di latte
* 75g di gocce di cioccolato bianco (io invece ho messo le mandorle a scaglie)


Preparazione

1 Sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria, toglietelo dal fuoco e lasciatelo raffreddare per un po'.

2 Lavorate il burro con lo zucchero finché il composto non diventa soffice, quindi aggiungete, poco per volta, le due uova leggermente sbattute, incorporate il cucchiaino di aroma di vaniglia ed il cioccolato fuso.

3 Setacciate la farina, il cacao e lo lievito in polvere, unitelo al composto prepararato con un pizzico di sale, mescolate con vigore aiutandovi con due o tre cucchiai di latte, e per ultimo aggiungete le gocce di cioccolato bianco.
Coprite e lasciate riposare in frigorifero per un paio di ore (io l'ho lasciato per mezz'ora sul davanzale, in questi giorni si gela!).

4 Preparate un contenitore con zucchero a velo, prendete il composto e, con i palmi delle mani, formate delle palline di grandezza simile ad una piccola noce, passateli nello zucchero a velo e appoggiatele, distanziate fra di loro, su di una placca ricoperta di carta da forno. In forno sul ripiano centrale cuoceranno in 12 minuti a 180 gradi.

Ricetta tratta da ficosecco ♡ uvapassa 
 che a loro volta hanno preso dal libro  
"Lunedì senza carne - il ricettario" menù vegetariani 
di Paul, Stella e Mary McCartney.





aiuto cuoca in arrivo...









i più cucinati della settimana

Related Posts with Thumbnails

paese che vai...

Loading...

ipse dixit...

  • meglio un asino vivo che un dottore morto! (zia laura)
  • quel che non strangola... ingrassa! (zia laura)
  • non ti curar di lor, ma guarda e passa (dante alighieri)
  • the most important thing is to enjoy life - to be happy - that's all that matters (Audrey Hepburn)
  • ho imparato tante cose qui... non solo a cucinare, ma una ricetta molto più importante: ho imparato a vivere. Ho imparato ad essere qualcosa di questo mondo che ci circonda, senza stare lì in disparte a guardare... (dal film Sabrina)
  • ergastolo in vita! ai lavori "sforzati"! (zia laura)
  • "calandra" (cioè cassandra), verace sempre, creduta mai... (zia laura)
  • tutti i nodi vengono al petto (laura)

gocce di rugiada

  • one step at the time
  • siamo qua tre giorni con ieri l'altro
  • chi semina vento raccoglie tempesta
  • chi semina raccoglie
  • chi si ferma è perduto
  • tutto il mondo è paese
  • meglio soli che male accompagnati
  • meglio tardi che mai...
  • aiutati che il ciel t'aiuta
  • finché c'è vita c'è speranza
  • cuor contento ciel l'aiuta!
  • gratis et amore dei
  • via il dente, via il dolore!
  • chi si accontenta, gode!
  • sursum corda!